Stampa

 

Collana Meme 2005DALLA NEGAZIONE AL RICONOSCIMENTO - La condizione giuridica delle minoranze linguistiche - 2005
(ISBN 978-88-907177-5-1 - Presentazione di M. Bolognari - € 15,00 - 236 pag.)
Autore: C. Brunetti
Editore: Istituto Mezzogiorno Mediterraneo - Rubettino
Presentazione:

Caterina Brunetti, è nata a Cosenza, ove vive e lavora. Laureata presso l'Università degli Studi di Firenze. Avvocato e giornalista. Docente di diritto, economia politica e scienza delle finanze. Ha pubblicato: La condizione giuridica delle minoranze linguistiche - esame antologico di un diritto negato. È coautrice dei seguenti testi, di cui ha curato gli aspetti giuridici: Chi dona, tramanda, Analogie e differenze delle trasformazioni delle aree urbane calabresi nel contesto meridionale, Mesoj gjuhen shqipe, Sussidiario antologico arberesh, Vecchie e nuove minoranze culturali.

L'autrice di questo libro prende lo spunto dall'approvazione della legge 482/99 per ricollocare - allargando l'orizzonte di suoi precedenti scritti - i valori delle minoranze, intesi anche come norme giuridiche, dentro l'attuale politica italiana ed europea, riproponendo, conseguentemente, una riflessione sui grandi temi della democrazia.
Come opportunamente viene ricordato nella presentazione, in una società nella quale le minoranze sono tante, da essere non un problema residuale ma la modalità con la quale la società stessa si costituisce e si configura, la tutela di esse non riguarda una specifica e particolare condizione, ma riguarda i meccanismi stessi del funzionamento della democrazia. Le istituzioni devono evolversi in senso plurale e pluralistico; la scuola e le università, gli enti locali, il sistema sanitario, le assemblee rappresentative della politica, le rappresentanze sindacali o imprenditoriali, l'amministrazione della giustizia e ogni altro luogo istituzionale della vita civile e politica della società non possono rimanere neutrali rispetto alla diversità culturale.