Stampa

Comunicato stampa

UN EVENTO STRAORDINARIO - Itinerari 2008 

Due giorni di intensa attività culturale di ricerca hanno caratterizzato la 11^ edizione degli “Itinerari Gramsciani” che, nel corso degli anni, si sono riproposti come l’evento estivo più significativo del Mezzogiorno.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha fatto pervenire all’onorevole Mario Brunetti, Presidente del MeMe, la sua adesione alla manifestazione, sottolineando il significato pregnante che assume in questo momento il 60° anniversario della Costituzione, uno degli argomenti in discussione nella prima giornata di apertura, a Civita, in cui magistrati, studiosi, esperti di diritto, hanno sottolineato il ruolo degli italo-albanesi, nella fondazione della Repubblica con particolare riferimento ad uno dei padri costituenti, Costantino Mortati.

Tutti gli intervenuti al dibattito (il Sindaco Blois, Caterina Brunetti, Franco Altimari, Stefania Emmanuele, Franco Tocci sino alle conclusioni del giudice emerito Giovanni Placco), hanno sottolineato lo straordinario ruolo di equilibrio e di mediazione tra il mondo cattolico,  quello laico e quello marxista assunto da Costantino Mortati nella “Commissione dei 75” che doveva definire la struttura, la natura e i diritti da inserire nella Carta Costituzionale, compreso l’art. 6 che prevede la salvaguardia delle minoranze linguistiche.

Già in apertura dei lavori, il Presidente del MeMe Brunetti aveva ricordato come Costantino Mortati ha costituito l’animo dei rapporti con le altre forze politiche per consentire di portare a termine questa ardita costruzione giuridica che è la Costituzione Italiana.

Questa tematica si è collegata al Convegno internazionale tenutosi a Plataci il 20 luglio, soprattutto sulla necessità di una ripresa di discussione sui temi del lavoro e del rilancio della nuova questione meridionale dentro la più grande “Questione Mediterranea”.

Dalle relazioni (Mario Brunetti, Rocco Pangaro, Tonino Perna, Pllumb Xhufi) agli interventi istituzionali (Giovanni Soda per l’Amministrazione Provinciale, Antonio Schiavelli per il Parco del Pollino, Damiano Guagliardi Consigliere Regionale) alle conclusioni del Vice Presidente della Regione Mimmo Cersosimo, è emersa la preoccupazione per la sottovalutazione contenuta verso il Mezzogiorno dalla proposta di Finanziaria in discussione alla Camera. Da qui la necessità di individuare un percorso originale di intervento che individui nei “beni comuni” le potenzialità dei “tanti Sud” che si affacciano sul Mediterraneo per costruire una virtuosa cooperazione che garantisca un processo di sviluppo e di comune civilizzazione.

In questo senso, la questione del “Corridoio 8” potrebbe essere una opportunità per le aree ioniche per cui si  ritiene indispensabile una iniziativa congiunta delle Regioni Calabria, Basilicata e Puglia.

Più nello specifico, è stato sottolineato che la proposta dell’Istituto MeMe, di un centro unificato di monitoraggio dei fenomeni legati allo sviluppo, ambientali, turistici e dei flussi migratori, costituisce la potenzialità vincente per  cui la Calabria,   la provincia di Cosenza e questa zona,   possono ritrovare negli Itinerari Gramsciani (che si svolgono a Plataci, essendo questo paese di origine albanese, il luogo di provenienza della famiglia di Gramsci ) una propria identità.

La manifestazione, ha registrato una straordinaria partecipazione di popolo fortemente incuriosita anche da una mostra di pittura e da un recital arbereshe di Pino Cacozza.

Cosenza, 22 luglio 2008                                                       L’UFFICIO STAMPA DEL MEME